Test INVALSI di terza media: informazioni utili

Oggi in classe hai sentito parlare del Test INVALSI. I tuoi compagni hanno detto che è troppo difficile, qualcun altro ha detto che se non lo sostieni non puoi fare l’esame finale di giugno. Sentendoli parlare ti sono venute in mente altre mille domande e non sai cosa c’è di vero in quello che hai sentito. In questo articolo troverai, spero, tutte le informazioni sul Test INVALSI di terza media. Cosa vuol dire test CBT? Quanto dura? Si può usare la calcolatrice? Prima però chiariamo cosa vuol dire INVALSI.


                Indice


 

Cosa vuol dire INVALSI

INVALSI è un acronimo. Ti stai chiedendo cosa è un acronimo? Facciamo un esempio: un acronimo molto usato è TVB e significa “Ti Voglio Bene”. Quindi sono le iniziali delle parole che formano l’acronimo.

Vediamo cosa vuol dire INVALSI: Istituto Nazionale per la VALutazione del SIstema educativo e di formazione. Quindi l’INVALSI è una specie di ufficio che si occupa di valutare, cioè di dare un voto, a ciascuna scuola. Il ragionamento è questo: più bravi sono gli alunni di una scuola, migliore è la scuola.

Per valutare la bravura degli alunni, l’INVALSI prepara alcuni test (matematica, italiano e inglese), chiamati appunto Test INVALSI.

Test INVALSI di grado 8

In questo articolo troverari informazioni che riguardano solo il Test INVALSI di grado 8, cioè quello che sostengono gli alunni della terza classe delle scuole medie (in modo corretto andrebbero chiamate scuole secondarie di primo grado). Se vuoi informazioni sulle prove di grado diverso puoi visitare il sito dell’INVALSI.

Quando sarà il test

Il test viene in genere somministrato nel mese di aprile o in quello di maggio, ma le date cambiano di anno in anno. Ogni scuola può decidere la data in cui far sostenere la prova in una finestra temporale che generalmente comprende le prime tre settimane di aprile, ma anche in questo caso le date possono essere variabili. Naturalmente gli alunni vengono sempre informati in tempo.

Test CBT

Il Test INVALSI di terza media sarà CBT (un altro acronimo) che vuol dire Computer Based Test. Nella pratica significa che ogni alunno avrà a disposizione un computer. Le domande appariranno sul monitor e le risposte saranno date tramite il mouse e/o la tastiera. Ti verranno forniti anche un foglio di carta e una penna che potrai usare se vorrai fare dei calcoli a mano o appuntarti qualcosa. Comunque quello che scriverai sul foglio non avrà nessuna influenza sul test. Il foglio alla fine della prova sarà distrutto. Le uniche risposte che saranno valutate saranno quelle date sul computer.

Obbligatorietà del Test INVALSI

La legge attuale prevede che per essere ammessi all’esame finale è obbligatorio sostenere il Test INVALSI. Facciamo attenzione, l’obbligatorietà è solo nell’ eseguire il test, non nell’ ottenere un voto superiore alla sufficienza. Vuol dire che anche se rispondi in modo scorretto a tutte le domande, sei ammesso all’esame finale. Ripetiamo, anche se l’INVALSI va male, si è comunque ammessi all’ esame di giugno. L’importante è prendere parte alla prova.

Se stai pensando: “Allora il test non serve a niente. Posso rispondere a casaccio. Sarà uno scherzo”, sei fuori strada. Qualsiasi cosa farai da grande: avvocato, idraulico, sindaco, campione di skate, broker, allevatore di pappagalli e via elencando, il test ti serve per crescere e per imparare a ragionare. È una opportunità per vedere come gestisci la tensione e come ti prepari a un esame. E qualsiasi strada prenderai, di esami ne affronterai molti. Per cui è meglio allenarsi da subito.

Se nei giorni in cui si farà il test nella tua scuola tu non potrai essere presente (perchè hai la febbre o sei fuori in vacanza) devi informare i tuoi prof che ti faranno sostenere la prova in un altro giorno. Ma siccome è una operazione che va organizzata bene, devi informarli per tempo, naturalmente nei limiti del possibile, ci può sempre essere un imprevisto dell’ ultimo minuto.

Questa è la situazione attuale, è plausibile che con un cambiamento al Ministero cambierà anche la normativa, cioè la legge, ma per il momento funziona come ti ho spiegato.

Durata del test

Il Test INVALSI di terza media dura 90 minuti esatti. Non voglio metterti ansia, ma se hai l’abitudine di chiedere qualche minuto in più alla fine di ogni verifica, all’INVALSI non potrai farlo. Nella pagina della prova, in alto a destra ci sarà un conto alla rovescia che ti dirà quanto tempo ti rimane a disposizione. Allo scadere del tempo, la pagina si chiude automaticamente e la prova viene inviata.

90 minuti sono più che sufficienti per completare il test. Però se continui a guardare il conto alla rovescia e il tempo che passa e non ti concentri sulle domande, allora 90 minuti ti sembreranno pochissimi.

So che è difficile da fare, ma la cosa migliore è restare calmi e concentrati. Ce la farai serenamente.

Preparazione e correzione del test

Le domande del test vengono preparate e corrette dall’ Istituto INVALSI. Questo vuol dire che i tuoi prof non partecipano nè alla preparazione, nè alla correzione delle domande. Quello che faranno sarà accompagnarvi nell’ aula informatica o alle postazioni dotate di computer e vigilare che tutto si svolga correttamente. Alla fine delle domande, quando avrai dato l’ultima risposta, la prova verrà automaticamente inviata all’ Istituto, che provvederà a correggere tutte le prove.

Calcolatrice

L’uso della calcolatrice è consentito nel test. Ma attenzione, non pensare che la calcolatrice ti renda più intelligente. La calcolatrice ti aiuta nei calcoli, per esempio ti fa risparmiare tempo nell’ eseguire una divisione a due cifre. Nulla di più. Lo strumento più potente a tua disposizione ce l’hai attaccato al collo. È la tua testa. Cerca di usarla bene e ragiona.

Simulazione Test INVALSI

Ti stai chiedendo se sarai capace di sostenere il Test INVALSI di terza media? Puoi provare con una simulazione molto verosimile del test, con conto alla rovescia e tutto il resto. Quello che devi fare è visitare il sito ufficiale dell’ Istituto INVALSI e cercare le simulazione delle prove. Una simulazione la trovi a questo link.

Non avere premura di effettuare la prova. Leggi bene le istruzioni e leggi bene le domande. Osserva con attenzione la schermata. Cerca di capire cosa significano le varie icone. Se seguirai questi semplici consigli e se avrai studiato, il test non sarà difficile. In bocca al lupo.

Se vuoi ripassare il minimo comune multiplo o la scomposizione in fattori primi o i criteri di divisibilità puoi dare un’ occhiata ai miei articoli. Quando avrai finito di svolgere la simulazione o il test vero e proprio ti sarai reso conto che alcune domande sono di logica, cioè si risolvono ragionando, senza bisogno della calcolatrice, ma usando il cervello.

Schermata Test INVALSI

Se vuoi avere un’ idea di cosa ti aspetta, il modo migliore è provare a eseguire una simulazione del test che viene fornita dall’ Istituto INVALSI sul suo sito ufficiale. Però tieni presente che le domande a cui rispondere sono circa 50. Quindi sarà necessaria almeno un’oretta, diciamo un’ora e venti minuti. Se hai premura, se devi andare in piscina o a calcetto o a danza, è meglio fare il test dopo.

Bene, ora che siamo comodi davanti al nostro pc, passiamo alla simulazione. Nelle prime schermate ti vengono fornite alcune istruzioni utili di cui dovrai tener conto durante lo svolgimento del test.

Alla prima domanda quello che vrdremo è questo.

Schermata Test INVALSI

Come dici? È troppo piccola? Non si vede niente? Allora guardiamola nel dettaglio.

Tempo rimanente

In alto a destra troverai il conto alla rovescia. Per la prova di matematica avrai un’ora e mezza di tempo, cioè 90 minuti. Il tempo comincerà a scorrere nel momento in cui si apre la pagina. Non ti fare prendere dall’ ansia, 90 minuti sono più che sufficienti. Alla destra del cronometro c’è una barra di stato che ti dice quale percentuale del test è stata effettuata. Più vai avani con le risposte, più la barra di stato avanza.

Conto alla rovescia Test INVALSI

Come puoi vedere nella figura in alto il tempo ha appena cominciato a trascorrere, sono passati solo 6 secondi dall’inizio della prova. ed è stato effettuato lo 0% della test. Siamo appunto all’inizio.

Invece nell’ immagine sotto, sono passati diversi minuti dall’inizio della simulazione ed è stato effettuato il 25% della prova.

Allo scadere del tempo la pagina si chiuderà in automatico e la prova verrà inviata. Ma ti ripeto, 90 minuti sono più che sufficienti. A volte ci vuole più tempo per leggere il testo della domanda che per ragionare e dare la risposta. Ti ripeto ancora una volta: leggi bene quello che ti chiede la domanda e non avere fretta di finire. Non è una gara di velocità.

Stato della prova

Andiamo avanti e diamo un’ occhiata alla parte in alto a sinistra della pagina relativa al Test INVALSI di terza media. Troviamo il menu che vedi nella figura sotto. Qui puoi leggere le informazioni che riguardano le domande del test. La figura sotto è quella relativa all’inizio del test.

INVALSI stato delle domande

Visualizzato 1/48 vuol dire che abbiamo solo 1 domanda sulle 48 totali.

Risposto 0/48 vuol dire che non abbiamo risposto ancora a nessuna domanda. Il che è normale dato che siamo all’inizio.

Senza risposta 48/48 vuol dire che ci sono 48 domande che non hanno risposta, cioè tutte.

Contrassegnato 0/48 significa che non abbiamo contrassegnato nessuna domanda. Vedremo come e perchè è possibile contrassegnare una domanda.

Andando avanti con l’esecuzione della prova, il menu cambierà di pari passo.

Test INVALSI di terza media: informazioni utili

Vedi come lo stato adesso ci indica che abbiamo letto (visualizzato) 13 domande.

12 domande hanno avuto una risposta.

A 36 domande dobbiamo ancora rispondere.

Non abbiamo contrassegnato nessuna domanda.

Nel menu in basso troviamo altre informazioni che riguardano ancora lo stato della prova, cioè a quale domanda sei arrivato. Andando avanti avanti con le domande, il menu cambierà di pari passo.

Per esempio l’immagine di destra si riferisce a una prova appena iniziata, mentre nell’immagine di destra vediamo come si sia già risposto a 12 domande e si sta leggendo la tredicesima.

                                                         

 

Passare alla domanda successiva

Dopo che hai risposto a una domanda, per passare a quella successiva devi fare click sul tasto successivo che trovi in baso a destra nella pagina.

Come vedi è anche tornare indietro nelle domande. Questo è utile nel caso in cui non si è sicuri di qualche risposta data. È sempre possibile tronare indietro e cambiare la risposta, fino a quando non scade il tempo.

ZOom

In alcune domande saranno presenti grafici come quello che vedi sotto.

Test INVALSI di terza media: informazioni utili

Per rispondere correttamente devi leggere bene sia i valori riportati sugli assi, sia il grafico stesso. Può essere utile zoomare per leggere meglio i numeri. Lo zoom si trova in basso a destra della calcolatrice. Cliccando sul ‘+’ si aumenta lo zoom, cliccado sul ‘-‘ si torna indietro con lo zoom.

Test INVALSI di terza media: informazioni utili

calcolatrice

Alla sinistra dei comandi di zoom, c’è il tasto che attiva la calcolatrice.

Dopo aver fatto click sul tasto si aprirà una finestra con la calcolatrice. Sarà possibile usare i numeri sulla tastiera oppure usare il puntatore del mouse.

Per far scomparire la calcolatrice è sufficiente cliccare sulla x nell’angolo in alto a destra della calcolatrice stessa.

rispondere alle domande

Molte domande, non tutte nel Test INVALSI di terza media, prevedono 4 risposte di cui solo una è corretta. In queste domande è sufficiente scegliere col mouse la risposta che riteniamo corretta. Se ci siamo sbagliati è sempre possibile fare click sull’altra risposta. Fino a quando non finisce il tempo o non si arriva alla fine della prova è possibile cambiare le risposte, ma attenzione, il tempo non è tanto.

 

In alto una domanda a cui ancora non si è risposto; in basso invece per la stessa domanda è stata selezionata la risposta B (non è detto che sia quella corretta).

 

contrassegno e revisione

Se non sai rispondere a una domanda oppure vuoi tornarci alla fine, è possibile contrassegnare la domanda usando il tasto in basso a destra della calcolatrice.

Questo ti dà la possibilità di non dimenticarti di andare a ricontrollare la domanda. Infatti nel menu a destra la domanda contrassegnata sarà visibile sia nel conteggio totale delle domande Contrassegnato 1/48, sia nell’elenco delle singole domande, in cui sarà visibile una bandierina.

Dopo aver riflettuto e controllato la domanda puoi togliere il contrassegno cliccando su Deselaziona per la revisione.

Test INVALSI di terza media: informazioni utili

fine test

Dopo aver risposto all’ultima domanda, invece di successivo apparirà la scritta Fine test. Vuol dire che hai finito il Test INVALSI di terza media.

Test INVALSI di terza media: informazioni utili

Cliccando su Fine test apparirà questa finestra.

Test INVALSI di terza media: informazioni utili

Se si fa click su SI , non si può più tornare indietro. La prova viene chiusa e automaticamente inviata all’Istituto INVALSI in tempo reale. Di nuovo in bocca al lupo.

link utili: le tavole numeriche

Nel primo volume del libro di matematica avresti dovuto trovare le tavole numeriche. Se le hai perse o non ti ricordi dove le hai posate non preoccuparti. Facendo click su questo link della Casa Editrice Zanichelli puoi consultare le tavole oppure puoi anche scaricarle sul tuo pc come file pdf per poterle consultare anche off-line. Per scaricare le tavole devi fare click sull’icona con la freccia rivolta verso il basso che si trova in alto a destra della pagina:

A seconda del browser che usi (Firefox, Chrome, Safari) l’icona potrebbe essere un po’ diversa

Dopo aver cliccato sull’ icona, se usi Chrome, si apre una finestra come quella in figura:

Devi fare attenzione a dove salvi le tavole per poterle poi ritrovare facilmente. Il gioco è fatto.

Se invece usi Firefox, in alto a destra della finestra del browser si vedrà la freccia blu che vedi sotto:

Cliccando sulla freccia vedrai il file che è già stato scaricato. Puoi semplicemente trascinarlo nella cartella in cui intendi conservare le tavole. Oppure puoi trovare il file nella cartella Download del tuo pc.

Da lì puoi eseguire il comando taglia (ctrl+x) e incolla (ctrl+v) e spostarla dove vuoi. Fatto.

Precedente Scomposizione in fattori primi: esercizi svolti Successivo Somma tra frazioni con lo stesso denominatore